Streamers BL



Gli STREAMER imitano perfettamente piccoli pesci, avannotti o altre prede più grandi, ma anche sanguisughe o grandi larve di libellula. In laghi e laghetti, durante certi periodi dell'anno, si possono trovare branchi di pesci in riproduzione vicino alla riva ma anche tante altre diverse specie di piccoli pesci, che possono essere imitati in modo eccellente con lo streamer.

Soprattutto se vuoi puntare a pesci più grandi, la pesca con lo STREAMER dev’essere la tua prima scelta. Con l'aumentare delle dimensioni, la maggior parte delle specie di pesci passa gradualmente o addirittura esclusivamente a una dieta predatoria, per poter coprire il fabbisogno energetico che aumenta con la massa corporea.

Per avere successo con gli STREAMER in acqua ferma, è necessario utilizzare dressing con caratteristiche specifiche. Le differenze con i classici modelli di streamer per la pesca a mosca in acque correnti possono sembrarvi piccole, ma in realtà fanno la differenza tra fare la cattura della giornata o tornare a casa senza un solo pesce a guadino.

In generale, più gli STREAMER appaiono vivi, meglio catturano. Questo inizia con l'imitazione dei modelli naturali nella forma, nel colore e nelle dimensioni, anche se in situazioni particolari i colori più appariscenti possono esercitare un'attrazione supplementare e quindi attirare i pesci.

Per avere successo, però, è fondamentale che lo STREAMER si muova il più possibile e in modo naturale. Questo è facile da ottenere in fiumi e torrenti a causa della corrente. Lì si lancia lo STREAMER e comincia a lavorare immediatamente. Per avere la stessa mobilità in acqua ferma bisogna far sì che i materiali da costruzione utilizzati possano muoversi in maniera libera e seducente anche solo durante l’affondamento dell’esca. Con la minima trazione del finale durante il recupero, lo STREAMER deve letteralmente pulsare, facendo fluttuare in acqua il materiale da costruzione in maniera lenta ed aggraziata.

Per questo motivo, il peso dei dressing speciali da stillwater è scelto con cautela. Vengono utilizzati pesi in ottone piuttosto che in tungsteno, in modo che lo STREAMER sviluppi più gioco e movimento possibile.

Per poter offrire lo STREAMER alla giusta profondità, vengono utilizzate code di topo con diversi gradi di affondamento. Il montaggio si completa con un polyleader e un tippet che misura tra 1 e 1,5 metri. Variando la velocità di recupero e fermandolo in modo casuale, si genera molto movimento nello STREAMER, il che lo rende irresistibile soprattutto per i grandi pesci predatori.